Tintoria

lavaggio03
lavaggio01
lavaggio02
lavaggio04

Poco più di vent’anni fa, quando, con il diffondersi soprattutto fra i giovani di un modo di vestire semplice, sportivo, non più legato ai canoni classici della moda, il jeans, dall’America prende piede anche in Europa.
Venduto in principio come prodotto “grezzo”, non trattato, si presentava di colore blu scuro e risultava piuttosto ruvido, rigido e poco confortevole ma molto robusto, tant’è vero che aveva trovato diffusione soprattutto negli ambienti di lavoro più duri (miniere, porti, ecc.).
Questo fino alla fine degli anni ’70, quando ci si rese conto che gli utilizzatori finali, proprio per motivi di vestibilità, di comfort e di rigidezza del tessuto, preferivano un capo in jeans “usato” ad uno nuovo. A questo punto coloro che si occupano dell’ottimizzazione del prodotto, in prima fila i “lavandai”, nel tentativo di rilanciare il mercato del jeans, che, ad alcuni anni dal suo lancio aveva subito una rilevante flessione (siamo intorno all’anno 1977), misero in pratica tutta la loro esperienza e ingegnosità per trovare dei tipi di lavaggio/trattamento in grado di realizzare sul capo finito l’effetto richiesto.
Nel giro di poco tempo, apportando delle innovazioni di processo e di prodotto – queste ultime realizzate naturalmente dai fornitori di prodotti utilizzati nel trattamento del capo in jeans – furono messi a punto nuovi trattamenti in grado di donare maggiore morbidezza e un “nuovo” aspetto al tessuto (invecchiato, consumato, scolorito, tinto, i più comuni). Il capo d’abbigliamento in jeans ebbe il successo sperato e trovò grande diffusione, dominando la scena mondiale per oltre dieci anni.

Perchè Lavanderia Adriatica?

Lavanderia Adriatica è sinonimo di cura totale del prodotto fino al massimo dettaglio: un servizio impeccabile che crea il massimo valore per il cliente.

Bisogno di aiuto?

Lavanderia Industriale Adriatica a Marotta